MIUR -  Alta Formazione Artistica e MusicaleHome MIUR
Ricerca nel sito
 
Vai alla Ricerca Avanzata
Mappa del sito
Guida al sito
_ Divisore Grafico
_  Entra inHome AFAM Entra inPubblicazioni Entra inUniversitā & Ricerca Informazioni Entra in2000  - Sezione corrente

  Entra in 53 - 54 Divisore Grafico
_


Con preghiera di diffusione

 

  Università & Ricerca Informazioni

Quindicinale del Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica e tecnologica

Numero 53 - 54
Roma, 10 novembre 2000

I documenti ufficiali sono consultabili via Internet sul sito
http://www.miur.it

 

Sommario

  • La manovra finanziaria 2001 all’esame della Camera: maggiori risorse per l’università a la ricerca, crediti d’imposta per le imprese
     
  • In Gazzetta il decreto ministeriale sulle classi delle lauree universitarie
     
  • Entro il 30 novembre le preiscrizioni universitarie per 1’anno accademico 2001-2002
     
  • Si definitivo del Senato al disegno di legge del Governo sulle residenze gli alloggi per gli studenti universitari
     
  • Programmazione del sistema universitario 2001-2003: to schema del decreto ministeriale trasmesso alla Camera a al Senato
     
  • Approvati i programmi di ricerca cofinanziati per il 2000
     
  • Concorsi universitari, dal 22 gennaio al 1° febbraio 2001 le prossime elezioni delle commissioni giudicatrici
     
  • Firmato il decreto ministeriale con la rideterminazione dei settori scientifico-disciplinari
     
  • Diffusione della cultura scientifica, insediato il Comitato tecnico-scientifico
     
  • Ricerca applicata, alla Corte dei Conti il decreto attuativo per il riordino e lo snellimento delle procedure
     
  • Al via Socrates II, il nuovo programma europeo di cooperazione strutturata. Ricerca sui laureati Erasmus: riescono meglio negli studi universitari a hanno una migliore situazione occupazionale
     
  • In corso Euro Student 2000, la terza indagine sulle condizioni di vita a di studio degli studenti universitari
     
  • Scuole di specializzazione mediche, le regole per 1’ammissione degli studenti stranieri
     
  • Protocolli culturali: le disposizioni per le visite dei docenti italiani presso le universita estere
     
  • Operativo il decreto con la ripartizione del fondo di finanziamento ordinario agli atenei a gli interventi di riequilibrio per il 2000
     
  • Da Capri la prospettiva della creazione di una zona euro-mediterranea della ricerca
     
  • Pubblicata la Guida ai servizi per gli studenti universitari 2000-2001


La manovra finanziaria 2001 all’esame della Camera: maggiori risorse per l’università a la ricerca, crediti d’imposta per le imprese
Dopo 1’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri lo scorso 29 settembre, la manovra finanziaria per il 2001 è all’esame della Camera. In seguito alla riforma del bilancio attuata già dallo scorso anno, la manovra è articolata unicamente nel disegno di legge finanziaria, "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale a pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2001)", e nel disegno di legge di bilancio a legislazione vigente, "Bilancio di previsione dello Stato per 1’anno finanziario 2001 e bilancio pluriennale per il triennio 2001-2003", con annessi stati di previsione (per il Murst, la tabella 19). In seguito alla citata riforma, non è previsto il disegno di legge collegato cosiddetto di sessione, e non saranno presentati collegati ordinamentali.

IL DISEGNO DI LEGGE FINANZIARIA - Il Presidente della Camera, su parere della Commissione Bilancio, to scorso 5 ottobre ha disposto lo stralcio di alcune disposizioni del disegno di legge finanziaria, ritenute estranee al contenuto del medesimo, che non toccano comunque materie di competenza del Murst. Nel disegno di legge AC 7328-bis-A, attualmente all’esame dell’assemblea della Camera, gli articoli che interessano il Murst sono sette.
L’articolo 12, al comma 1, lettera b), dispone 1’esenzione, a regime, dalla base imponibile Irap, delle borse di studio a degli altri interventi di sostegno erogati dalle regioni a dagli organismi regionali per il diritto allo studio.
L’articolo 38 detta regole di bilancio per le università e gli enti di ricerca, estendendo gli effetti delle disposizioni vigenti per il triennio 1998-2000, introdotte dall’articolo 51 della legge n.449/1997. Si prevede il coinvolgimento del sistema universitario e dei principali enti di ricerca nella realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica per il triennio 2001-2003, stabilendo un limite alla crescita annuale del fabbisogno pari al 4% per le universita a al 5% per gli enti di ricerca. Nell’articolo 41 si prevede che il Ministero del Tesoro, sentiti i Ministri interessati, promuova aggregazioni di enti decentrati di spesa, fra cui una o più aggregazioni di università appartenenti a regioni indicate dalla Crui, per elaborare strategie comuni per 1’acquisto di beni e servizi alle migliori condizioni del mercato, anche attraverso convenzioni. Le università che non dovessero aderire alle convenzioni restano disciplinate dall’articolo 26, comma 3, della legge n.488/1999. L’articolo 64, al comma 1, prevede 1’istituzione di un consorzio tra enti di ricerca, identificati con decreto del Ministro della Sanita, di concerto con quello dell’Università a della Ricerca scientifica a tecnologica, per la realizzazione del Centro nazionale di adroterapia oncologica, con un finanziamento pari a 20 miliardi di lire per ciascuno degli anni 2001 a 2002. Un ulteriore finanziamento di 20 miliardi per il 2001 è destinato alla formazione continua di cui all’articolo 16 ter del decreto legislativo n.502/1992, nonché alla sperimentazione della formazione a distanza del personale dirigente del servizio sanitario nazionale (comma 2); il comma 8 prevede la costituzione di un fondo per attivita formative di alta specializzazione la cui individuazione è demandata a un decreto del Ministro della Sanita di concerto con quello del Tesoro (per evidente errore materiale, da correggere con apposito emendamento, non è previsto il concerto del Murst). L’articolo 68 dispone che il 10% dei proventi derivati da11e licenze per i sistemi di comunicazioni mobili di terza generazione (Umts) vadano a costituire un fondo,nell’ambito dello stato diprevisione del Tesoro, destinato alla ricerca nel quadro del Programma nazionale per la ricerca, e anche con riferimento al settore delle Ict a al progetto Genoma, per il finanziamento di progetti per lo sviluppo della società dell’informazione,ecc. Procedure,modalita e strumenti per la ripartizione del fondo sono demandati a un decreto del Presidente del Consiglio, su proposta del Ministro competente a d’intesa con quello del Tesoro.
All’articolo 75, con 1’allegata tabella 1, si autorizzano nel triennio 2001-2003 i seguenti limiti di impegno: legge n.662/1996,art.1,commi 90-92; legge n.331/1985, art.1; legge n.910/1986, art.7, comma 8:interventi di decongestionamento degli atenei(università e ricerca - 2.2.1 .2 - cap. 7109): 50 miliardi con decorrenza 2002 e anno terminale 2016; 70 miliardi con decorrenza 2003 a anno terminale 2017.
All’articolo 78 (misure a sostegno degli investimenti in ricerca e sviluppo nelle imprese industriali), si prevede, in attuazione delle risoluzioni parlamentari relative al Dpef 2001-2004, la concessione alle imprese di un credito di imposta nella misura massima del 75% dell’incremento delle spese di ricerca a svilupposostenute a decorrere dall’anno 2001 rispetto alla media delle analoghe spese sostenute nei tre eserciziprecedenti. Gli investimenti,come precisato al comma 2, devono riguardare spese per 1’innovazione tecnologica effettuate in strutture situate in Italia o in progetti di collaborazione internazionale a maggioranza italiana. All’attivazione degli interventi provvede il Ministero dell’Industria, d’intesa con il Murst. Alle spese di ricerca provvede il Murst, con la medesima condizione the siano effettuate in strutture situate in Italia o in progetti di collaborazione a maggioranza italiana. L’agevolazione è concessa nei limiti dello stanziamento di bilancio e i relativi oneri sono posti a carico del fondo di cui all’articolo 14 della legge n.46/1982 e del fondo di cui al decreto legislativo n.297/1999, ai quali è assegnata rispettivamente la somma di 90 miliardi per ciascuno degli anni 2001, 2002 e 2003.

LE TABELLE - L’articolato è integrato con le consuete tabelle. I fondi speciali di parte corrente (tabella A) a di parte capitale (tabella B) presentano accantonamenti destinati, per ciascun ministero, a far fronte agli oneri derivanti da provvedimenti legislativi che si prevede possano essere approvati nel triennio 2001-2003. In particolare, la tabella A non prevede uno stanziamento per il Murst: la precedente legge finanziaria (legge n.488/1999) appostava 190 miliardi per il 2000 e il 2001 a 155 miliardi per il 2002.
La tabella B, secondo il disegno di legge della legge finanziaria, destina al Murst 6 miliardi per il 2001, 147 miliardi per il 2002 a 171 per il 2003: tali risorse sono finalizzate a interventi in materia di università e di ricerca scientifica e tecnologica, in materia di istruzione, ricerca, innovazione tecnologica e formazione, in materia di alloggi e residenze per studenti universitari, per il decentramento dell’Università degli studi di Torino (sede di Cuneo), per l’Università degli studi di Urbino a per le residenze universitarie. La precedente legge finanziaria appostava 703 miliardi per il 2000, 707,5 miliardi per il 2001 a 708,5 per il 2002.
La tabella C determina gli stanziamenti autorizzati in relazione a disposizioni di legge la cui quantificazione annua demandata alla legge finanziaria. Con le modifiche agli stanziamenti iscritti nello stato di previsione a legislazione vigente per il 2001, il fondo per la programmazione dello sviluppo del sistema universitario, con un incremento di 85 miliardi, ammonta a 250 miliardi; alle universita non statali legalmente riconosciute, con un incremento di 15 miliardi, vanno 210 miliardi; gli interventi per il diritto allo studio, con un incremento di 50 miliardi, ammontano a 250 miliardi; il fondo per il finanziamento ordinario delle universita, con 671,5 miliardi in più, ammonta a 11.950 miliardi; il fondo per il finanziamento ordinario degli osservatori, con 5,5 miliardi in più, sale a 85 miliardi; il fondo ordinario per gli enti a le istituzioni di ricerca, con un incremento di 68 miliardi, dispone di 2.450 miliardi.
La tabella D (rifinanziamento di norme recanti interventi di sostegno dell’economia classificati tra le spese in conto capitale) contiene i seguenti rifinanziamenti per il triennio 2001-2003: 50 miliardi per il 2002 a 200 miliardi per il 2003 per il fondo speciale per la ricerca applicata; 650 miliardi per il 2003 per 1’edilizia universitaria; 25 miliardi per il 2001 per 1’Istituto nazionale per la fisica della materia; 80 miliardi per il 2001 a 45 miliardi per il 2002 a il 2003 per interventi urgenti per 1’economia.
La tabella F (rimodulazione delle spese autorizzate da leggi pluriennali)presenta le seguenti voci:fondo speciale per la ricerca applicata (200 miliardi per il 2001, 250 miliardi per il 2002 a 200 per il 2003: 1’autorizzazione di spesa a stata parzialmente rifinanziata in base alla tabella D); edilizia universitaria(71,8 miliardi per il 2001); intese istituzionali di programma - ricerca applicata (1.055,9 miliardi per il 2001 a 286,5 miliardi per il 2002, con rifinanziamento in base alla tabella D); osservatori astronomici e astrofisici(8 miliardi per il 2001: ricomprende una quota relativa al 1998); Istituto nazionale per la fisica della materia (50 miliardi per il 2001 a 25 miliardi per il 2002, con rifinanziamento per 25 miliardi per il 2001 in base alla tabella D); interventi urgenti per 1’economia (80 miliardi per il 2001 a 45 miliardi per il 2002 a il 2003, con rifinanziamento in base alla tabella D); fondo integrativo speciale per la ricerca (10 miliardi per il 2001 a il 2002); edilizia universitaria (600 miliardi per il 2001, 300 miliardi per il 2002 a 950 per il 2003: con rifinanziamento per 650 miliardi per il 2003 in base alla tabella D; la quota del 2003 comprende 300 miliardi relativi al 2002); edilizia universitaria (60 miliardi per il triennio 2001-2003).

IL DISEGNO DI LEGGE DI BILANCIO - Nel disegno di legge di bilancio (AC 7329-A), l’articolo che riguarda il Murst è il 19, dove si prevedono anche disposizioni concernenti il Cnr (il contributo all’ente è comprensivo degli oneri destinati alla realizzazione dei programmi finalizzati gia approvati dal Cipe, nonchè di 5miliardi di lire a favore dell’Istituto di biologia cellulare per attivitainternazionale afferente all’area di Monterotondo) a la riassegnazione all’unita previsionale Ricerca scientifica delle somme affluite al bilancio in relazione alla legge n.421/1996 a la riassegnazione all’unita previsionale Ricerca applicata dei versamenti effettuati al bilancio in connessione al rimborso dei mutui concessi a carico del fondo per le agevolazioni alla ricerca, nonchè disomme a vario titolo acquisibili in relazione al funzionamento degli strumentidi intervento del fondo stesso.
Documenti in rete

In Gazzetta il decreto ministeriale sulle classi delle lauree universitarie

Nel supplemento ordinario n.170 alla "Gazzetta Ufficiale" n.245 del 19 ottobre 2000 a stato pubblicato il decreto ministeriale con la "Determinazione delle classi delle lauree universitarie", firmato dal Ministro Zecchino lo scorso 4 agosto. Il quadro delle classi delle lauree dovra essere completato con la determinazione di quelle di area sanitaria a di scienze strategiche: i relativi schemi dei decreti sono stati trasmessi dal Ministro Zecchino per il prescritto parere agli altri Ministeri competenti: Sanita, Difesa e Finanze. Lo schema di decreto ministeriale con la determinazione delle classi delle lauree specialistiche universitarie - dopo 1’acquisizione dei pareri del Consiglio universitario nazionale (1° agosto scorso), del Consiglio nazionale degli studenti universitari (20 luglio) a delle commissioni parlamentari competenti del Senato (11 ottobre) a della Camera (12 ottobre) - e all’esame di un apposito gruppo di lavoro ministeriale per l’adozione del decreto finale di approvazione.
Documenti in rete

Entro il 30 novembre le preiscrizionii universitarie per l’anno accademico 2001-2002

Gli studenti iscritti all’ultimo anno della scuola secondaria superiore interessati all’accesso agli studi universitari hanno tempo fino al prossimo 30 novembre per provvedere alla preiscrizione per 1’anno accademico 2001-2002: i termini a le modalità delle preiscrizioni universitarie sono definite in un decreto ministeriale dello scorso 13 ottobre.La preiscrizione è finalizzata alla predisposizione a alla fruizione di iniziative a attivita di orientamento per la scelta del corso universitario in relazione alle proprie vocazioni, alle possibilita, nonchè alla programmazione dell’offerta formativa a dei servizi destinati agli studenti. Gli studenti provvedono alla preiscrizione utilizzando un apposito modulo ad accesso libero, disponibile presso il sito web del Ministero (www.murst.it). Per orientare i ragazzii nella scelta degli studi al termine della scuola secondaria superiore, a stato predisposto il sito "universo.murst.it", the fornisce tutte le informazioni sul nuovo sistema universitario a sugli atenei italiani, sulle scuole di Alta formazione artistica a musicale a sui corsi di Istruzione a formazione tecnica superiore (Ifts). Sul sito a disponibile anche un facsimile della scheda di preiscrizione per il 2001-2002.
Documenti in rete

Si definitivo del Senato al disegno di legge del Governo sulle residenze a gli alloggi per gli studenti universitari
Lo scorso 2 novembre la VII Commissione del Senato, in sede deliberante, ha approvato definitivamente il disegno di legge di iniziativa governativa "Disposizioni in materia di residenze e alloggi per studenti universitari". Il provvedimento, approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 maggio 1999, aveva ricevuto il via libera della Camera to scorso 5 ottobre. Nella legge, in corso di promulgazione e pubblicazione, si dispone to stanziamento di 60 miliardi per ciascuno degli anni 2000, 2001 a 2002 per il cofinanziamento di progetti esecutivi immediatamente realizzabili per costruire - con il concorso delle regioni, delle universita a di privati - alloggi e residenze per gli studenti universitari, con destinazione prioritaria per quelli capaci a meritevoli privi di mezzi.
Documento in rete

Programmazione del sistema universitario 2001-2003: lo schema del decreto ministeriale trasmesso alla Camera a al Senato
Lo scorso 23 ottobre il Ministro Zecchino ha trasmesso ai Presidenti della Camera a del Senato, per il prescritto parere delle commissioni competenti, to schema del decreto ministeriale concernente la determinazione degli obiettivi e la finalizzazione delle risorse finanziarie relativi alla programmazione del sistema universitario per il 2001-2003. Il provvedimento prevede the i fondi relativi alla programmazione 2001-2003 siano dedicati prioritariamente all’attuazione del nuovo modello organizzativo del sistema universitario (da sostenere con un incisivo incremento delle risorse finanziarie, anche per il personale), mediante la promozione a il sostegno dell’innovazione didattica, anche con riferimento all’adeguamento delle strutture a dei servizi relativi, delle attivita di orientamento a di tutorato, dell’insegnamento a distanza a del processo di internazionalizzazione. Lo schema di decreto a stato predisposto tenendo conto dei pareri espressi dal Consiglio universitario nazionale (5 settembre 2000), dalla Conferenza dei rettori delle universita italiane (21 settembre) a dal Consiglio nazionale degli studenti universitari (14 a 15 settembre) a sulla base delle risorse finanziarie previste al riguardo dal disegno di legge relativo alla legge finanziaria 2001 (tabella C: 250 miliardi per ciascuno degli anni 2001, 2002 a 2003).
Documento in rete

Approvati i programmi di ricerca cofinanziati per il 2000
Lo scorso 3 novembre il Ministro Zecchino ha firmato il decreto ministeriale di approvazione delle proposte della commissione incaricata di selezionare i programmi di ricerca di interesse nazionale da ammettere al cofinanziamento per il 2000. Con decreto direttoriale si provvedera all’impegno a alla erogazione delle risorse.
Documento in rete

Concorsi universitari, dal 22 gennaio al 1° febbraio 2001 le prossime elezioni delle commissioni giudicatrici
Le votazioni per la formazione delle commissioni giudicatrici della terza sessione 2000 delle procedure di valutazione comparativa i cui bandi siano stati pubblicati nella "Gazzetta Ufficiale" entro to scorso 19 ottobre si terranno dal 22 gennaio al 1° febbraio 2001: la notizia a contenuta in una nota ministeriale dello scorso 7 novembre.
Documento in rete

Firmato il decreto ministeriale con la rideterminazione dei settori scientifico-disciplinari
Lo scorso 4 ottobre il Ministro Zecchino ha firmato un decreto ministeriale the ridetermina i settori scientifico-disciplinari: al provvedimento, in corso di pubblicazione, sono allegati 1’elenco, le declaratorie, le corrispondenze a le affinita tra i settori scientifico-disciplinari. I settori cosi rideterminati si applicano alle procedure di valutazione comparativa e a quelle di trasferimento i cui avvisi siano pubblicati nella "Gazzetta Ufficiale" successivamente al 15 aprile 2001.
Documento in rete

Diffusione della cultura scientifica, insediato il Comitato tecnico-scientifico
Lo scorso 29 settembre il Ministro zecchino ha insediato il Comitato tecnico-scientifico previsto dalla legge n.6 del 10 gennaio 2000 per la diffusione della cultura scientifica. Del Comitato, presieduto dal Ministro, fanno parte i seguenti esperti: Paolo De Luca, Paolo Galluzzi, Fabio Pistella (Vicepresidente), Tommaso Scarascia Mugnozza a Raffaella Simili in qualita di rappresentanti del Murst, Giovanni Marchesini in qualita di rappresentante della Crui, Enrico Alleva a Tullio Gregory in qualita di rappresentanti del Cnr, Mario Fierli in qualita di rappresentante del Ministero della Pubblica istruzione e Piero Benedetti in qualità di rappresentante del Ministero per i Beni a le attivita culturali.

Ricerca applicata, alla Corte dei Conti il decreto attuativo per il riordino a lo snellimento delle procedure
Dopo la firma del Ministro Zecchino (8 agosto 2000), a alla registrazione della Corte dei Conti il decreto ministeriale the determina le "Modalità procedurali per la concessione delle agevolazioni previste dal decreto legislativo 27 luglio 1999, n.297°, di riordino a di snellimento delle procedure per il sostegno alla ricerca applicata, la diffusione delle tecnologie a la mobilità dei ricercatori.

Al via Socrates II, il nuovo programma europeo di cooperazione strutturata. Ricerca sui laureati Erasmus: riescono meglio negli studi universitari a hanno una migliore situazione occupazionale

I laureati italiani the hanno svolto un programma Erasmus dimostrano complessivamente una migliore riuscita negli studi universitari a una migliore situazione occupazionale a uno e a due anni dalla conclusione degli studi. Sono due delle conclusioni piu significative della ricerca condotta dall’Osservatorio statistico dell’Universita degli studi di Bologna, per conto del Murst, per valutare 1’impatto a 1’efficacia del programma Erasmus, avviato nel 1986-1987 per promuovere la mobilita studentesca attraverso progetti di cooperazione interuniversitaria.
I risultati della ricerca sono stati presentati to scorso 12 ottobre a Roma, nel corso della conferenza nazionale di lancio di Socrates II, il nuovo programma complessivo europeo di cooperazione strutturata nel settore educativo, del quale Erasmus costituisce ora una delle azioni. Alla prima fase di Socrates (dal 1996-1997 al 1999-2000) ha partecipato 1’intero sistema universitario italiano, insieme a buona parte del sistema di istruzione superiore non universitario: nuovi interventi saranno promossi dal Murst per ampliare la partecipazione del sistema dell’Alta formazione artistica a musicale, riformato di recente. Nella prima fase di Socrates la mobility degli studenti italiani ha registrato una costante crescita, passando da 8.906 studenti del 1996-1997 a 11.602 del 1999-2000 (dato provvisorio). Nel corso della conferenza sono stati presentati anche i risultati del programma di internazionalizzazione del sistema universitario italiano (Che cofinanzia programmi integrati di studio the prevedano la partecipazione congiunta di docenti a studenti di almeno un altro paese), lanciato dal Murst nel dicembre 1999 con un bando aperto a tutte le university italiane. Dei 477 progetti presentati da 68 università a istituti universitari (su un totale di 75), il Murst ne ha approvati a finanziati 176, per un impegno finanziario globale di 48 miliardi (di cui 20 miliardi di finanziamento Murst). Oltre la metà dei progetti approvati (52,80) riguarda il livello piu elevato dei corsi universitari: dottorato di ricerca, scuole di specializzazione, ecc. I paesi interessati ai partenariati formativi con gli atenei italiani sono in totale 50, 30 dei quali appartengono all’Europa. Al primo posto tra i paesi partner delle universita italiane risulta la Francia con 57 progetti; seguono la Gran Bretagna con 56 progetti, la Spagna con 42, la Germania con 39 a gli Stati Uniti con 29 progetti. L’area disciplinare the raccoglie il maggior numero di progetti e quella scientifica a scientifico-tecnologica (72 progetti), seguita dall’area delle scienze giuridiche, economiche, politiche a sociali (70 progetti), da quella dell’ingegneria a dell’architettura (49 progetti), dall’area umanistica (44 progetti) a da quella sanitaria (34 progetti).

In corso Euro Student 2000, la terza indagine sulle condizioni di vita a di studio degli studenti universitari
E in corso Euro Student 2000, la Terza indagine sulle condizioni di vita a di studio degli studenti universitari italiani, promossa dal Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario a realizzata dalla Fondazione Rui e dall’Universita degli studi di Camerino. L’indagine, the viene svolta attraverso un questionario inviato per posta a un campione di circa trentamila studenti di tutte le universita italiane, fa parte di un progetto internazionale coordinato dall’European council for student affairs (Ecsta), un organismo the riunisce gli enti dei paesi dell’Unione europea the si occupano delle condizioni di vita degli studenti e della gestione dei servizi per il diritto allo studio universitario. Euro Student 2000 si propone due obiettivi: comprendere la realta nella quale gli studenti vivono giorno per giorno 1’esperienza degli studi e documentarne la continua evoluzione; formulare proposte concrete per migliorare la vita quotidiana degli studenti a le possibilita di studiare con successo.
Documento in rete

Scuole di specializzazione mediche, le regole per l’ammissione degli studenti stranieri
In una nota ministeriale dello scorso 26 ottobre si forniscono le indicazioni per 1’ammissione degli studenti stranieri alle scuole di specializzazione mediche nell’anno accademico 2000-2001 alla luce della normativa piu recente. I cittadini comunitari medici accedono alle scuole di specializzazione alle stesse condizioni a con gli stessi requisiti dei cittadini italiani: la domanda e presentata direttamente alla universita prescelta, entro i termini previsti per i cittadini italiani nel bando di concorso. I cittadini stranieri provenienti da paesi in via di sviluppo con borsa di studio concessa dal Governo italiano partecipano al concorso di ammissione alle scuole per posti in soprannumero, previa verifica delle capacita ricettive delle strutture universitarie, ai sensi dell’articolo 35, ultimo comma, del decreto legislativo n.368/1999: le domande vanno presentate alle rappresentanze diplomatiche italiane all’estero entro il prossimo 20 novembre. I cittadini extracomunitari, ai sensi dell’articolo 1, comma 7, della legge n.4/1999, possono partecipare al concorso di ammissione per posti in soprannumero, previa verifica delle capacita ricettive delle strutture universitarie: le domande vanno presentate entro il prossimo 20 novembre al e rappresentanze diplomatiche italiane all’estero.
Documento in rete

Protocolli culturali: le disposizioni per le visite dei docenti italiani presso le università estere
Sulla base dei protocolli culturali vigenti tra il nostro paese a una serie di altre nazioni, il Murst promuove le visite dei docenti universitari italiani presso le istituzioni universitarie estere, su invito delle istituzioni stesse: le modalita a le procedure da seguire sono indicate in una nota ministeriale datata 28 luglio 2000, alla quale sono allegati copia del modulo di domanda e 1’elenco dei protocolli culturali attualmente in vigore.
Documento in rete

Operativo il decreto con la ripartizione del fondo di finanziamento ordinario agli atenei a gli interventi di riequilibrio per il 2000
Lo scorso 10 ottobre la Corte dei Conti ha registrato il decreto del Ministro Zecchino del 27 luglio 2000 the definisce i criteri per la ripartizione del fondo di finanziamento ordinario alle universita a gli interventi di riequilibrio per 1’esercizio 2000. Cinque miliardi sono destinati a incentivare la mobilita del personale docente: una nota ministeriale del 6 ottobre scorso contiene una serie di precisazioni al riguardo.
Documenti in rete

Da Capri la prospettiva della creazione di una zona euro-mediterranea della ricerca
L’intensificazione della cooperazione scientifica fry i paesi europei the si affacciano sul Mediterraneo a le nazioni della sponda meridionale per la risoluzione di problemi comuni a quale indispensabile premessa per la crescita e to sviluppo dell’intera area; 1’importanza di aprire verso 1’esterno to "spazio europeo della ricerca°, nella prospettiva della creazione di una "zona euro-mediterranea della ricerca"; la razionalizzazione a 1’ottimizzazione delle risorse finanziarie riservate ai programmi comunitari di cooperazione in favore del Mediterraneo a una piu efficace utilizzazione degli strumenti gia a disposizione. Sono i temi a gli obiettivi principali all’ordine del giorno dell’incontro tenutosi a Capri il 29 a 30 settembre scorsi, su iniziativa italiana, sulle realta a le prospettive del partenariato euro-mediterraneo in materia di ricerca scientifica a tecnologica. Alla riunione hanno partecipato il Commissario europeo per la ricerca, Philippe Busquin, e i ministri competenti per la ricerca di Francia, Grecia, Portogallo, Spagna a Italia, the hanno anche avuto un confronto con i ministri omologhi di alcuni paesi africani mediterranei.

Pubblicata la Guida ai servizi per gli studenti universitari 2000-2001
E uscita la "Guida ai servizi per gli studenti universitari 2000-2001", pubblicata nella serie Percorsi del Murst. La guida - frutto della crescente attenzione attribuita alla condizione studentesca nell’universita dell’autonomia - presenta le principali tipologie di servizi per gli studenti offerti dalle universita a da altri istituti di istruzione superiore, dagli enti per il diritto allo studio universitario (Dsu) a da altri soggetti (enti specializzati, enti pubblici, enti senza fini di lucro) the operano in ambito universitario o the individuano gli studenti universitari quali propri utenti. Vengono descritti i servizi disponibili nelle varie realta locali a le modalità di accesso a di fruizione da parte degli studenti. La pubblicazione verra inviata gratuitamente a coloro che faranno richiesta scritta (per posta o via fax) all’Ufficio comunicazione del Murst (piazzale Kennedy, 20 - 00144 Roma; fax: 06 59912351).




Per ogni altra informazione si prega di contattare l'Ufficio relazioni con il pubblico del Ministero (urp@miur.it, tel. 0659912357, fax 0659912538). Per i giornalisti è disponibile come sempre l'ufficio stampa.


Università & Ricerca Informazioni

Quindicinale del Ministero dell’Università e della Ricerca scientifica e tecnologica

Anno IV - Numero 53 - 54 - Roma, 10 novembre 2000

 

Direttore responsabile: Francesco Cardarelli

Direzione editoriale: Angela Maria Ruia
e-mail: angelamaria.ruia@murst.it

Redazione: Murst - Uffici Stampa e Comunicazione
P.le Kennedy, 20 - 00144 Roma
Tel. 06/5924340 - 59912263 - Fax 06/5915493;
e-mail: ufficio.stampa@murst.it

Ufficio comunicazione: tel. 0659912360 – fax 0659912351

Registrazione Tribunale di Roma n. 441 dell’11/7/1997
Stampato in proprio – Diffusione gratuita


 
   

Divisore Grafico

Home MIUR
HOME - Ricerca Scientifica e Tecnologica - Alta formazione Artistica e Musicale - Università
Documenti - Atti Ministeriali - Normativa - Studi e documentazione
Eventi - Comunicati stampa - Manifestazioni e convegni - Pubblicazioni
Ministero - Organizzazione URST - URP - Ufficio di Statistica - Organi
Divisore Grafico