MIUR -  Universitā, Ricerca Scientifica e Tecnologica, Alta Formazione Artistica e MusicaleHome MIUR
Ricerca nel sito
 
Vai alla Ricerca Avanzata
Mappa del sito
Guida al sito
_ Divisore Grafico
_  Entra inHome Entra inComunicati Stampa Entra in1999  - Sezione corrente

  Entra in APPROVATA DAL GOVERNO LA RIFORMA DEL CNR E DELL'ASI LA RICERCA SEMPRE PIU' AL SERVIZIO DEL PROGRESSO DEL PAESE Divisore Grafico
_


COMUNICATO STAMPA

APPROVATA DAL GOVERNO LA RIFORMA DEL CNR E DELL'ASI
LA RICERCA SEMPRE PIU' AL SERVIZIO DEL PROGRESSO DEL PAESE 



IL MINISTRO


 

Il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva, nella seduta odierna, i decreti legislativi di riforma del CNR, Consiglio nazionale delle ricerche, e dell'ASI, Agenzia spaziale italiana. In via preliminare, inoltre, ha approvato il decreto di istituzione dell'INAF, Istituto nazionale di astrofisica. I provvedimenti rientrano nel programma di riordino e di rilancio degli enti di ricerca, in attuazione della delega prevista dalla legge 59/97.

CNR – Le funzioni del Cnr vengono ridefinite. Obiettivo finale della riforma è la riorganizzazione della rete di ricerca, intesa come risorsa fondamentale per lo sviluppo del Paese. In tal senso vengono rafforzati l'autonomia dell'ente e il ruolo di coordinamento dei programmi di ricerca, mentre particolari disposizioni riguardano la valutazione e il trasferimento tecnologico dei risultati e le attività di formazione. Anche attraverso lo snellimento degli organi direttivi, il Cnr avrà ampia autonomia nella stipula di accordi e nella partecipazione a consorzi, fondazioni o società. Prevista inoltre la semplificazione dei controlli, con l'approvazione da parte del Ministero dell'Università e della Ricerca scientifica e tecnologica esclusivamente del piano triennale di attività. Apposite disposizioni sono previste per la chiamata diretta di insigni studiosi e per la mobilità tra CNR e atenei.

ASI – Ridefinizione dei compiti, autonomia gestionale, coordinamento dei programmi di ricerca, snellimento burocratico e semplificazione dei controlli sono i punti centrali anche della riforma dell'ASI. All'ente, che promuoverà e coordinerà programmi di ricerca nel settore spaziale tenendo conto, tra l'altro, della ricaduta sui settori produttivi nazionali, è riconosciuta l'autonomia di fornire a terzi tecnologie e servizi. Per quanto riguarda i rapporti con le università, è prevista la possibilità di affidare a professori di ruolo o a ricercatori universitari confermati la direzione di progetti di ricerca ovvero di strutture ASI.

INAF – L'Istituto nazionale di astrofisica nasce quale ente di ricerca non strumentale, ad ordinamento speciale, con personalità giuridica di diritto pubblico. In esso confluiranno gli osservatori astronomici e astrofisici, che ne costituiranno la rete scientifica. L'unificazione della rete consentirà di coordinare le attività di ricerca e la costruzione di grandi apparecchiature scientifiche. L'attività dell'Inaf sarà regolata secondo un piano triennale, che verrà sottoposto all'approvazione del Ministro dell'Università e della Ricerca scientifica e tecnologica.


29 gennaio 1999

 
   

Divisore Grafico

Home MIUR
HOME - Ricerca Scientifica e Tecnologica - Alta formazione Artistica e Musicale - Università
Documenti - Atti Ministeriali - Normativa - Studi e documentazione
Eventi - Comunicati stampa - Manifestazioni e convegni - Pubblicazioni
Ministero - Organizzazione URST - URP - Ufficio di Statistica - Organi
Divisore Grafico