MIUR -  Universitā, Ricerca Scientifica e Tecnologica, Alta Formazione Artistica e MusicaleHome MIUR
Ricerca nel sito
 
Vai alla Ricerca Avanzata
Mappa del sito
Guida al sito
_ Divisore Grafico
_  Entra inHome Entra inComunicati Stampa Entra in1999  - Sezione corrente

  Entra in POLO DI RICERCA A NOVARA: ASSETTO E PROGRAMMI Divisore Grafico
_


COMUNICATO STAMPA

POLO DI RICERCA A NOVARA: ASSETTO E PROGRAMMI 



 
 
 
 

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO ON. ING. ANTONINO CUFFARO

   
Nell’ambito delle iniziative in atto per la salvaguardia e il rilancio del polo della ricerca chimica di Novara e a seguito degli impegni assunti nella riunione dell’8 marzo u.s. fra le forze istituzionali, sindacali, imprenditoriali con il Sottosegretario al Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica Antonino Cuffaro, si è svolto a Roma in data 13/4/1999 un incontro fra il Sottosegretario A. Cuffaro, il Prof. A. Martelli, Preside della Facoltà di Farmacia dell’Università del Piemonte Orientale, la dr.ssa Katia Bastioli, Direttore Generale di Novamont, l’ing. Rolando Ragazzini, Responsabile Sviluppo Prodotti di ALCOA Italia – CENTRO TECNICO ISML (Istituto Metalli Leggeri).
      Nel corso dell’incontro si sono positivamente esaminate le prime possibilità tecniche di sviluppo di progetti di ricerca e di sinergie fra le realtà produttive e di ricerca e l’Università, al fine di porre le premesse per la costruzione di un Programma Territoriale di Sviluppo del Polo di Ricerca Chimica di Novara anche con il sostegno di strumenti politici di intervento.
      La realizzazione del "Progetto ALCOA", la crescita dell’Università del Piemonte Orientale, l’avvio del Corso di Laurea Breve di Scienza dei Materiali, la valorizzazione delle peculiarità e della qualità delle competenze scientifiche presenti sul territorio nei diversi settori della chimica, dei materiali, dell’ambiente, il coordinamento e le sinergie tra le diverse realtà di ricerca e l’Università sono alla base di tale programma.
      La sua concretizzazione potrà avere forti ricadute sul territorio in termini di salvaguardia e sviluppo di cultura scientifica, innovazione, formazione e sviluppo industriale e occupazionale.
      In questo senso si stanno impegnando con determinazione il Sottosegretario A. Cuffaro e le Istituzioni Cittadine di concerto con le Organizzazioni Sindacali e con le realtà imprenditoriali.
      "A Novara – ha dichiarato il Sottosegretario Cuffaro al termine dell’incontro - ci sono tutte le condizioni perché si rilancino le attività di ricerca e si avviino programmi, come quelli che sono stati esposti, di reale interesse nazionale. Si tratta di trovare un raccordo del complesso di competenze esistenti, eventualmente integrandole, e di valorizzare il patrimonio scientifico e tecnico dando un assetto istituzionale adeguato al coordinamento dei soggetti impegnati nelle iniziative, prefiggendosi di renderlo stabile nel tempo.
      Desidero riaffermare il mio impegno a seguire questo processo ed a sostenerlo attraverso gli strumenti di cui il MURST dispone. Mi auguro che anche le forze politiche sindacali ed imprenditoriali di Novara sappiano trovare la necessaria convergenza per promuovere e realizzare il progetto che abbiamo delineato e che ritengo di grande valore anche per le ricadute positive che può avere sull’occupazione della zona. Sono certo – ha concluso Cuffaro - che esso avrà l’appoggio di tutti i parlamentari che mi hanno sollecitato, e sono tanti, con le loro interrogazioni ad esaminare ed intervenire sulla situazione della ricerca novarese."


14 aprile 1999

 
   

Divisore Grafico

Home MIUR
HOME - Ricerca Scientifica e Tecnologica - Alta formazione Artistica e Musicale - Università
Documenti - Atti Ministeriali - Normativa - Studi e documentazione
Eventi - Comunicati stampa - Manifestazioni e convegni - Pubblicazioni
Ministero - Organizzazione URST - URP - Ufficio di Statistica - Organi
Divisore Grafico