MIUR -  Università, Ricerca Scientifica e Tecnologica, Alta Formazione Artistica e MusicaleHome MIUR
Ricerca nel sito
 
Vai alla Ricerca Avanzata
Mappa del sito
Guida al sito
_ Divisore Grafico
_  Entra inHome Entra inComunicati Stampa Entra in2001  - Sezione corrente

  Entra in Rilancio della ricerca: finanziamenti per 494 miliardi. Nasce lo “sportello delle idee” rivolto ai ricercatori Il viceministro Possa: “Una grande opportunità per i giovani” Divisore Grafico
_


COMUNICATO STAMPA

Rilancio della ricerca: finanziamenti per 494 miliardi.
Nasce lo “sportello delle idee” rivolto ai ricercatori
Il viceministro Possa: “Una grande opportunità per i giovani” 



Parte, con uno stanziamento di 494 miliardi di lire, il rilancio della ricerca in alcuni settori strategici, che toccano problematiche di grande rilevanza sociale ed economica: dalla salute dell’uomo alla qualità della vita, dalle tecnologie alla tutela dei diritti. Le risorse, suddivise in otto programmi strategici, sono state attivate nell’ambito del Firb, Fondo investimenti ricerca di base, con il quale il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dà l’avvio al primo Programma nazionale per la ricerca. Si tratta di interventi fortemente innovativi, che nel medio e lungo termine avranno concreti ritorni per la crescita della competitività del Paese e che rientrano nelle linee programmatiche presentate al Parlamento dal ministro Letizia Moratti.

Gli otto bandi del Firb sono stati firmati stamani al Ministero, unitamente a un nono importante decreto, con il quale verrà attivato per la prima volta, dal primo ottobre, uno “sportello delle idee”. Ad esso i ricercatori pubblici e privati potranno proporre, anche autonomamente,  progetti destinati ad avere ricadute sia di tipo conoscitivo sia di tipo produttivo, essendo potenziali strumenti per la realizzazione di nuove imprese basate sulla conoscenza. Per lo “sportello” sono stati stanziati oltre cento miliardi di lire.

“I provvedimenti adottati dal Miur”, ha dichiarato il viceministro Guido Possa,  “prevedono tra l’altro modalità nuove di partecipazione, con l’obiettivo di raggiungere un sistema integrato di ricerca pubblico-privato. Essi consentiranno l’assunzione di giovani ricercatori e la valorizzazione di grandi professionalità affermate a livello internazionale”.

“Gli otto programmi strategici del Firb, previsti come prioritari nel Piano nazionale per la ricerca”, ha spiegato Possa “andranno a cofinanziare progetti suddivisi in tre  macro-obiettivi: qualità della vita e salute dell’uomo (post-genoma; nuova ingegneria medica; neuroscienze); crescita competitiva (tecnologie abilitanti per la società della conoscenza; nanotecnologie, microtecnologie, sviluppo integrato dei materiali); cultura mediterranea e tutela dei diritti (eredità e prospettive delle scienze umane, scienza e tecnologia nella società della conoscenza, tutela dei diritti e della sicurezza dei cittadini)”.

Le domande di cofinanziamento dovranno essere presentate entro il 15 ottobre prossimo. I progetti saranno valutati da una commissione tecnico-scientifica.

 

 


Roma, 2 agosto 2001

 
   

Divisore Grafico

Home MIUR
HOME - Ricerca Scientifica e Tecnologica - Alta formazione Artistica e Musicale - Università
Documenti - Atti Ministeriali - Normativa - Studi e documentazione
Eventi - Comunicati stampa - Manifestazioni e convegni - Pubblicazioni
Ministero - Organizzazione URST - URP - Ufficio di Statistica - Organi
Divisore Grafico