MIUR -  Università, Ricerca Scientifica e Tecnologica, Alta Formazione Artistica e MusicaleHome MIUR
Ricerca nel sito
 
Vai alla Ricerca Avanzata
Mappa del sito
Guida al sito
_ Divisore Grafico
_  Entra inHome Entra inComunicati Stampa Entra in2001  - Sezione corrente

  Entra in Il ministro Moratti ai Rettori: “La riforma dell’università non si ferma” Una certezza per i percorsi di studio delle lauree triennali e specialistiche Divisore Grafico
_


COMUNICATO STAMPA

Il ministro Moratti ai Rettori: “La riforma dell’università non si ferma”
Una certezza per i percorsi di studio delle lauree triennali e specialistiche 



Il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Letizia Moratti, ha incontrato oggi l’assemblea della Conferenza dei Rettori delle Università  italiane nella nuova sede della Crui a Roma, alla vigilia dell’inizio dell’anno accademico 2001-2002. Il Ministro, riprendendo le linee programmatiche esposte in luglio al Parlamento, ha ribadito la volontà del Governo di dare piena attuazione alla riforma didattica, che prevede i nuovi titoli di studio delle lauree triennali, delle lauree specialistiche e dei master.
“Sulla riforma non si torna indietro”, ha sottolineato il Ministro, “e su questo intendo rassicurare gli studenti e le famiglie. Le università italiane, con la realizzazione dell’autonomia, si stanno dotando degli strumenti che consentiranno di affrontare  nuove sfide a livello nazionale e internazionale. Ma l’autonomia comporta un governo e una valutazione del sistema, che intendiamo costruire e migliorare in stretta collaborazione con la Crui”.

I corsi triennali stanno partendo praticamente in tutte le università ed alcuni atenei che, anticipando la riforma, stanno rilasciando le prime lauree triennali, si doteranno nelle prossime settimane dei regolamenti per consentire già con il prossimo anno accademico l’avvio anche delle lauree specialistiche biennali.

Per quanto riguarda le lauree triennali  dell’area umanistica, il ministro Moratti ha spiegato di avere raccolto perplessità sul sistema “3 + 2” provenienti da alcune facoltà. “I corsi triennali partiranno regolarmente”, ha assicurato il Ministro, “ma le università che non sono in condizioni di partire subito potranno fare iniziare validamente i corsi previsti dall’ordinamento previgente. Non accetteremo però di avere contemporaneamente nella stessa università corsi di laurea triennali e quadriennali”.

Il Ministro ha inoltre annunciato che sarà suo impegno prioritario definire, in collaborazione con il Comitato di valutazione del sistema universitario, criteri qualificanti minimi sia per le lauree sia per le lauree specialistiche, e assicurare che per ogni percorso  vengano individuati precisi sbocchi professionali.

Tra i numerosi altri temi discussi nel corso dell’incontro con la Crui, quello degli assegni di ricerca: il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca “premierà”, con incentivi, gli atenei che si sono impegnati nel coprire con le quote di cofinanziamento di loro spettanza i contribuiti erogati dal Ministero.
 


Roma, 27 settembre 2001

 
   

Divisore Grafico

Home MIUR
HOME - Ricerca Scientifica e Tecnologica - Alta formazione Artistica e Musicale - Università
Documenti - Atti Ministeriali - Normativa - Studi e documentazione
Eventi - Comunicati stampa - Manifestazioni e convegni - Pubblicazioni
Ministero - Organizzazione URST - URP - Ufficio di Statistica - Organi
Divisore Grafico