MIUR -  Universitā, Ricerca Scientifica e Tecnologica, Alta Formazione Artistica e MusicaleHome MIUR
Ricerca nel sito
 
Vai alla Ricerca Avanzata
Mappa del sito
Guida al sito
_ Divisore Grafico
_  Entra inHome Entra inComunicati Stampa Entra in2002  - Sezione corrente

  Entra in Ricerca di base: ammessi al finanziamento Firb 177 progetti valutati da esperti internazionali Divisore Grafico
_


COMUNICATO STAMPA

Ricerca di base: ammessi al finanziamento Firb 177 progetti valutati da esperti internazionali 



Saranno reclutati 900 giovani ricercatori

Centosettattasette progetti ammessi al finanziamento, rigorosa valutazione da parte di 121 esperti internazionali attraverso un innovativo sistema, via libera al reclutamento di almeno 900 giovani ricercatori: questi i principali risultati dell’operazione Firb, Fondo investimenti ricerca di base, con la quale il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha avviato un processo di cambiamento dei meccanismi di finanziamento e di valutazione.

Si è infatti completato il lavoro di valutazione delle proposte progettuali pervenute in risposta ai bandi di gara pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale il 3 settembre 2001 per i seguenti programmi strategici: post genoma, per un importo di 70,393 milioni di euro; nuova ingegneria medica, 43,692 milioni di euro; neuroscienze, 8,253 milioni di euro; tecnologie abilitanti per la società della conoscenza-Ict, 70,393 milioni di euro; nanotecnologie, microtecnologie, sviluppo integrato dei materiali, 41,265 milioni di euro; tutela dei diritti e della sicurezza dei cittadini,  2,913 milioni di euro. Valore complessivo messo a bando 237,008 milioni di euro. Sono pervenuti complessivamente 233 progetti. Per la valutazione delle proposte la Commissione Miur, appositamente costituita, si è avvalsa di 37 panel composti da 121 esperti internazionali.

Per accelerare le procedure operative dei panel il Miur, avvalendosi del Cineca, ha realizzato un sistema telematico per consentire agli esperti di comunicare tra di loro in ambiente virtuale restando nelle proprie sedi di lavoro. “Si tratta di una procedura innovativa unica in campo internazionale”, spiega il Viceministro Guido Possa, “che ha permesso notevoli risparmi nella gestione dei processi di valutazione e che favorisce l’allineamento dell’Italia agli standard internazionali, da sempre indicati come riferimento per una sana politica di interventi pubblici”.

“Dalla distribuzione di fondi a pioggia”, sottolinea ancora l’on. Possa, “siamo passati a meccanismi capaci di premiare idee, capacità progettuali e manageriali, coinvolgendo anche le imprese industriali in programmi di ricerca di base finalizzati allo sviluppo di tecnologie strategiche per garantire la necessaria capacità competitiva”.

Agli esperti internazionali è stato chiesto di valutare i seguenti elementi: la validità e l’originalità dei contenuti; la valorizzazione dei risultati in termini di loro utilizzazione economica e produttiva; l’eccellenza scientifica del coordinatore dei progetti; la capacità del soggetto proponente anche sul piano organizzativo e manageriale di assicurare efficienza ed efficacia al complesso delle attività proposte. La commissione Miur ha inoltre valutato altri requisiti riguardanti la capacità del progetto ad aggregare università, enti di ricerca ed imprese; la capacità del progetto ad addestrare giovani ricercatori coinvolgendoli nelle attività previste, nonché la caratteristica interdisciplinare nell’organizzazione del lavoro scientifico.

Sulla base di questi criteri sono state classificate idonee per il finanziamento pubblico 177 delle 233 proposte presentate. Il totale dei contributi finanziari Miur proposti per i progetti valutati positivamente ammonta complessivamente a 288,665 milioni di euro a fronte di disponibilità finanziarie pari a 237,008 milioni di euro. Esiste pertanto l’esigenza di poter disporre di risorse aggiuntive per assicurare il finanziamento a tutti i progetti certificati eccellenti su scala internazionale.

I risultati della valutazione mettono in evidenza una serie di elementi di grande valore, tra i quali una notevole vivacità scientifica del sistema nazionale su tematiche di frontiera con la presenza di leadership riconosciuta a livello internazionale, nonché l’emergere della propensione dei soggetti proponenti a determinare l’integrazione delle tre reti della ricerca. Va inoltre rilevata la significativa presenza di soggetti industriali in attività di ricerca di base, che testimonia la presa di coscienza da parte del sistema industriale della rilevanza della ricerca di base per lo sviluppo di tecnologie strategiche. Significativa, infine, la presenza nei progetti di unità di eccellenza scientifica nel territorio meridionale. I progetti Firb ammessi al finanziamento permetteranno il reclutamento di circa 900 giovani ricercatori, a garanzia del ringiovanimento del sistema ricerca.

L’elenco dei progetti approvati è disponibile sul sito del Ministero www.miur.it

Allegato: tabella dei progetti valutati positivamente


Roma, 25 settembre 2002

 
   

Divisore Grafico

Home MIUR
HOME - Ricerca Scientifica e Tecnologica - Alta formazione Artistica e Musicale - Università
Documenti - Atti Ministeriali - Normativa - Studi e documentazione
Eventi - Comunicati stampa - Manifestazioni e convegni - Pubblicazioni
Ministero - Organizzazione URST - URP - Ufficio di Statistica - Organi
Divisore Grafico