MIUR -  Ricerca Scientifica e TecnologicaHome MIUR
Ricerca nel sito
 
Vai alla Ricerca Avanzata
Mappa del sito
Guida al sito
_ Divisore Grafico
_  Entra inHome RST Entra inAtti Ministeriali  - Sezione corrente

  Entra in AVVISO RELATIVO ALLA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI RICERCA CONGIUNTI ITALIA-CINA A valere sui fondi del FIRB (Fondo Investimenti per la Ricerca di Base) Divisore Grafico
_



Emblema Repubblica Italiana
logo ministero università e ricerca
Dipartimento per l'Universitā, l'Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica e
per la Ricerca Scientifica e Tecnologica
Direzione Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca
Ufficio IV

 

Roma, 25 ottobre 2007
 

Come noto,  con nota 1615/Ric. IV del 05/09/2007 indirizzata a CRUI, CNR, INAF, INFN ed INGV, il MUR, in attuazione dell'Accordo MOST-MIUR, firmato nel luglio 2005 ha richiesto la urgente presentazione  di sintetiche proposte di collaborazione scientifica con la Cina nei settori dell'energia, dell'ambiente, dello spazio, dei beni culturali e della medicina tradizionale cinese.

Lo scopo della richiesta  consisteva nell'acquisizione di un data base progettuale da sottoporre all'attenzione  del gruppo di lavoro congiunto previsto nel citato accordo MOST-MIUR e nominato con lettera del 02/07/2007 e del 27/06/2007, al fine di pre-selezionare un congruo numero di proposte ritenute meritevoli di un successivo sviluppo  a livello di progetto esecutivo, ed infine, acquisito il progetto stesso, avviare le procedure di valutazione scientifica di cui all'art.7 del D.M. 378 del 26 marzo 2004 (il cosiddetto "regolamento FIRB") e disporre l'eventuale finanziamento, previo esplicito assenso del Governo cinese a cofinanziare l'intervento (nel rispetto del principio di pariteticità) per tutti i costi di competenza dei partners  cinesi.

Tuttavia l'esiguo tempo a disposizione per la presentazione delle proposte e l'estrema sinteticità della richiesta di cui alla citata nota n.1615/Ric. IV del 05/09/2007 sembrano avere prodotto sia una rilevante contrazione del numero di proposte sia profonde incertezze sulla tipologia delle attività, sulla dimensione economica e sull'estensione temporale  delle collaborazioni scientifiche, riducendo di conseguenza lo spazio delle opportunità di scelta sulle attività di ricerca relative ad importanti settori, strategici per lo sviluppo delle relazioni scientifiche tra l'Italia e la Cina.

In particolare, infatti, quasi tutte le proposte presentate non appaiono compatibili per tipologia di attività (ricerca di base), tematica affrontata, coinvolgimento di partner cinesi di sicura rilevanza scientifica, dimensione economica ed estensione temporale, sia con lo strumento finanziario disponibile (FIRB), sia con i contenuti dell'accordo MOST-MIUR e della dichiarazione congiunta firmata il 14 settembre 2007, sia infine con la nota n.1615/Ric. IV del 05/09/2007.

Di conseguenza, anche allo scopo di ampliare la base progettuale da sottoporre alla successiva eventuale valutazione scientifica della Commissione FIRB, ed in vista dei futuri incontri ufficiali con la delegazione di parte cinese, si ritiene opportuno riaprire i termini di presentazione delle domande, passando peraltro direttamente alla fase di redazione di progetti esecutivi.

In particolare, i progetti dovranno essere presentati entro le ore 17.00 del 30 novembre 2007 utilizzando, secondo le modalità ivi indicate, il servizio Internet al seguente indirizzo: http://firb.miur.it, alla voce "Bandi".

Il predetto servizio consentirà la stampa dei progetti che, debitamente sottoscritti, dovranno essere inviati, entro i successivi 7 giorni, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, al Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR) – Direzione Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca - Ufficio IV – Piazzale J.F. Kennedy, 20 – 00144 ROMA.
In caso di difformità farà fede esclusivamente la copia inoltrata per il tramite del servizio di cui al precedente comma 1.
Per maggiore chiarezza, si riportano in ogni caso alcune informazioni più dettagliate sulla tipologia delle attività, sulle percentuali di finanziamento, sulla dimensione economica dei progetti e sui vincoli di partecipazione dei partner cinesi e di eventuali soggetti privati.
a. I progetti dovranno riguardare esclusivamente attività di ricerca su tematiche relative ad uno dei settori indicati nell'Accordo MOST-MIUR e nella dichiarazione congiunta (energia, ambiente, spazio, beni culturali e medicina tradizionale cinese), ed avere una durata non inferiore a 36 mesi.
b. Saranno esclusi, pertanto, progetti che prevedano, esclusivamente o principalmente, mobilità di docenti e/o ricercatori.
c. Il previsto contributo MUR sui progetti approvati sarà pari al 70% dei costi relativi alle attività svolte dalle unità di ricerca italiane (per i dettagli sulle voci di spesa si veda l'art. 4 del citato D.M. 378/04), con eccezione dei costi dei contratti per il reclutamento di giovani ricercatori e/o di ricercatori di chiara fama a livello internazionale, che, ai sensi dello stesso art. 4, comma 7 del D.M. 378/04, sarà interamente a carico del FIRB.
d. A tale proposito, ogni progetto dovrà prevedere l'inserimento di giovani ricercatori e/o di ricercatori di chiara fama internazionale; il relativo costo dovrà risultare non inferiore al 10% del costo totale del progetto.
e. Il contributo richiesto per ogni progetto dovrà risultare compreso tra 0,5 e 3,0 milioni di euro.
f. Per ogni progetto dovrà essere altresì rispettato il criterio di pariteticità degli investimenti (costo a carico del MUR e delle istituzioni italiane esattamente pari al costo a carico del Governo e delle istituzioni  cinesi), con una tolleranza del 10% in più o in meno rispetto alla totale parità.
g. I progetti potranno prevedere la partecipazione di soggetti privati, purché nel rispetto di quanto stabilito dall'art. 2, comma 3, del citato D. M. 378/04.
h. Ciascuna unità di ricerca potrà partecipare ad un solo progetto; ogni progetto dovrà comprendere non più di n. 5 unità di ricerca.

Si ritiene opportuno sottolineare come la presentazione dei progetti riveste carattere obbligatorio anche per tutti coloro che hanno già provveduto ad inoltrare al MUR le proposte con scadenza 17 settembre. Tali proposte, in questa fase, potranno essere anche assoggettate a necessarie e opportune modifiche, al fine di rispettare tutti i criteri sopra indicati. La mancata presentazione del progetto comporterà la decadenza della proposta già presentata.

 

IL DIRETTORE GENERALE
(Dott. Luciano Criscuoli)



 
   

Divisore Grafico

Home MIUR
HOME - Ricerca Scientifica e Tecnologica - Alta formazione Artistica e Musicale - Università
Documenti - Atti Ministeriali - Normativa - Studi e documentazione
Eventi - Comunicati stampa - Manifestazioni e convegni - Pubblicazioni
Ministero - Organizzazione URST - URP - Ufficio di Statistica - Organi
Divisore Grafico