MIUR -  Universitā, Ricerca Scientifica e Tecnologica, Alta Formazione Artistica e MusicaleHome MIUR
Ricerca nel sito
 
Vai alla Ricerca Avanzata
Mappa del sito
Guida al sito
_ Divisore Grafico
_  Entra inHome Entra inAtti Ministeriali  - Sezione corrente

  Entra in Criteri per la rendicontazione dei costi Divisore Grafico
_


Allegato a: FISR Fondo Integrativo Speciale Ricerca - Bando 2002 (G.U., serie generale, n.10 del 14 gennaio 2003)


STAMPA TABELLE RENDICONTAZIONE

 

Fondo Integrativo Speciale per la Ricerca
FISR

 

CRITERI PER LA RENDICONTAZIONE

DEI COSTI

Criteri  generali

1)              I costi dovranno risultare dalla documentazione probatoria relativa, richiesta a norma di legge  o dalla prassi contabile ovvero specificatamente dal MIUR; comunque dovranno essere rispettati i criteri di documentazione indicati più avanti.

2)              In linea generale per ogni obiettivo i costi sono riconosciuti solo se effettivamente sostenuti e liquidati all’atto della loro presentazione al MIUR; vale cioè per essi il criterio di ‘cassa’.

3)              Qualora un bene venga acquisito utilizzando la forma del ‘leasing’, sarà riconosciuta soltanto la quota capitale delle singole rate pagate, con esclusione della quota interessi e delle spese accessorie.

4)              Non sono riconosciuti i costi relativi a mobili ed arredi.

5)              Tutti i costi devono intendersi al netto dell’IVA, salvo quanto di seguito indicato.

Nel caso in cui la rendicontazione dei costi imputabili al progetto sia presentata da un soggetto che non può recuperare, parzialmente o totalmente, l’eventuale IVA sui suddetti costi, la quota dell’IVA non recuperata può essere considerata come costo ammissibile.

A corredo delle certificazioni dei costi ammissibili dovrà essere rilasciata apposita dichiarazione, nella forma richiesta nell’art.7 del decreto di affidamento.

Criteri  per  le singole  voci  di  spesa

             Nell’ambito dei “criteri generali” sopraelencati sono ammissibili le voci di spesa sottoindicate, fatto salvo comunque il diritto del MIUR di valutarne la congruità e la pertinenza in base alla documentazione presentata.

A)                 Personale

             a.1 –           Personale dipendente

                               Questa voce comprende il personale in organico e quello con contratto a tempo determinato direttamente o indirettamente impegnato nelle attività tecnico-scientifiche (ricerca, formazione, progettazione, studi di fattibilità, ecc.) e in quelle di gestione tecnico-scientifica-amministrativa.

             Il costo relativo sarà determinato in base alla percentuale di ore lavorative dedicate al progetto ed attestate nella certificazione di spesa trasmessa, e sarà valorizzato come appresso indicato:

             -           per ogni persona impiegata nel progetto (1) sarà preso come base il costo effettivo annuo lordo (retribuzione effettiva annua lorda, con esclusione dei compensi per lavoro straordinario e diarie, maggiorata di contributi di legge o contrattuali e di oneri differiti);

            -            il costo da imputare al progetto sarà computato moltiplicando  il costo effettivo annuo lordo per la percentuale di ore lavorative dedicate al progetto ed attestate nella certificazione di spesa trasmessa; tale attestazione dovrà trovare riscontro  in un apposito prospetto  sottoscritto dal direttore amministrativo dell’Ente o società.

             a.2 –     Personale non dipendente

                               Questa voce comprenderà il personale con contratto a tempo determinato (inclusi dottorati, assegni di ricerca e le borse di studio) impegnato in attività analoghe a quelle del personale dipendente di cui al punto a.1, a condizione che svolga la propria attività presso le strutture delle unità operative. Il contratto a tempo determinato dovrà contenere l’indicazione della durata dell’incarico, della remunerazione oraria e di eventuali maggiorazioni per diarie e spese, delle attività da svolgere e delle modalità di esecuzione, nonché l’impegno per il collaboratore a prestare la propria opera presso le strutture delle unità operative stesse. Il costo riconosciuto sarà quello di fattura, ove richiesta, al netto di IVA con l’esclusione di eventuali diarie e spese, che rientrano nel forfait delle spese generali di cui al successivo punto B. Tale costo sarà determinato in base alle ore dedicate al progetto presso la struttura della unità operativa valorizzate al costo orario previsto nel contratto. Per gli assegni di ricerca il costo riconosciuto sarà quello relativo all’importo dell’assegno maggiorato degli oneri di legge, con l’esclusione di eventuali diarie e spese che rientrano nel forfait di cui al successivo punto B.

             Dall’ 1 gennaio 2001 i contratti di collaborazione coordinata e continuativa sono fiscalmente equiparati ai contratti dei lavoratori dipendenti.

             Il contratto di collaborazione dovrà contenere l’indicazione dell’oggetto e della durata dell’incarico, della remunerazione, delle attività da svolgere e delle modalità di esecuzione

             I costi per le attività svolte fuori dalla struttura delle unità operative rientrano invece tra le consulenze.

          -------------------------------------

(1)        Le qualifiche del personale sono stabilite secondo i seguenti criteri:

             - Ricercatore qualificato è il laureato, ovvero la persona di cultura pratica equivalente, che sia responsabile di almeno un capitolo o una fase della ricerca;

             - Ricercatore è il laureato o il diplomato, ovvero la persona di cultura pratica equivalente, in grado di svolgere un lavoro autonomo di ricerca o di progetto;

             - Tecnico è il diplomato, ovvero la persona di cultura pratica equivalente, in grado di eseguire esperimenti, prove, controlli, disegni con una certa autonomia;

             - Ausiliare è la persona che svolge attività esecutive riguardanti prove, controlli, esperimenti o costruisce parti prototipiche;

             - Gestore è la persona che cura il coordinamento delle attività tra i partecipanti, la verifica dell’avanzamento del progetto ed il raggiungimento degli obiettivi, la stesura della documentazione tecnica di progetto.

B)             Spese  Generali

L’importo della voce in oggetto sarà calcolato forfettariamente nella misura del 60%  (sessanta per cento) dell’ammontare dei costi per il personale, costo che in ogni caso non deve eccedere il 20% del costo totale ammissibile del progetto. Detto forfait si intenderà riferito ai seguenti costi necessari per l’attività di ricerca:

-                  personale indiretto (es. fattorini, magazzinieri, segretarie e simili);

-                  funzionalità ambientale (es. vigilanza, pulizia, riscaldamento, energia, illuminazione, acqua, lubrificanti, gas vari ecc.);

-                  funzionalità operativa (es. posta, telefono, telex, telegrafo, cancelleria, fotoriproduzioni, abbonamenti, materiali minuti, biblioteca, assicurazioni dei cespiti di ricerca ecc);

-                  assistenza al personale (es. infermeria, mensa, trasporti, previdenze interne, antinfortunistica, copertura assicurativa ecc.),

-                  funzionalità organizzativa ( es. attività direzionale, contabilità generale, e industriale, acquisti ecc.);

-                  missioni e viaggi ( costo del personale in viaggio/missione/attività/ fuori sede, costi per trasporto, vitto, alloggio, diarie, ecc.) ad eccezione dei costi per “missioni e viaggi” di durata superiore a  5 (cinque) giorni per attività di ricerca in senso stretto (ricerca e/o sperimentazione), per i quali verranno riconosciuti, come imputazione diretta, i soli costi di personale; pertanto rientrano nel forfait delle spese generali i costi completi di “missioni e viaggi” sia per attività non classificabili come attività di ricerca in senso stretto (incontri con clienti, fornitori, enti di normalizzazione, ecc), sia per attività di ricerca/sperimentazione che comportano viaggi, o spostamenti dal laboratorio, di durata non superiore a 5 giorni;

-                  corsi, congressi, mostre, fiere (costo del personale partecipante, costi per iscrizione e partecipazione, materiale didattico, ecc.);

-                  costi generali inerenti ad immobili ed impianti generali (ammortamenti, manutenzione ordinaria e straordinaria, assicurazioni, ecc), nonché alla manutenzione (ordinaria e straordinaria) della strumentazione e delle attrezzature di ricerca.

             Resta inteso che in sede di rendiconto dei costi non occorrerà predisporre per tale voce una apposita documentazione.

C)      Attrezzature e  Strumentazioni

             In questa voce verranno incluse le attrezzature e le strumentazioni (di nuovo acquisto) acquistate sul mercato. Il costo sarà commisurato all’importo di fattura (al netto dell’ IVA) più dazi doganali, trasporto, imballo ed eventuale montaggio, con esclusione di qualsiasi ricarico per spese generali.

             I criteri che saranno applicati per la determinazione del costo delle attrezzature e delle strumentazioni sono le seguenti:

-                  le attrezzature e le strumentazioni esistenti alla data di decorrenza dell’ammissibilità dei costi non sono compatibili ai fini del finanziamento, né potranno essere considerate quote del loro ammortamento;

-                  il costo delle attrezzature e delle strumentazioni di nuovo acquisto da utilizzare esclusivamente per il progetto sarà determinato in base alla fattura al netto di IVA ivi inclusi i dazi doganali, il trasporto, l’imballo e l’ eventuale montaggio, con esclusione invece di qualsiasi ricarico per spese generali. Il costo può essere imputato totalmente o applicando  un criterio  massimo di ammortamento,  così  come indicato  successivamente in bilancio, pari a 5 anni (3 anni nel caso di strumentazioni ed attrezzature per elaborazioni e processo dati con un costo inferiore ai 25.000 euro);

-                  per le attrezzature e  le strumentazioni di nuovo acquisto, il cui uso sia necessario ma non esclusivo per il progetto, il costo relativo (da calcolare come indicato al punto precedente) sarà ammesso al finanziamento in parte proporzionale all’uso effettivo per il progetto stesso.

D)         Materiali

In questa voce ricadono le materie prime, componenti, semilavorati, materiali commerciali, materiali da consumo specifico (per esempio reagenti), spese per colture ed allevamento (es. per ricerche di interesse agrario), software, oltre alle strumentazioni utilizzate per la realizzazione di prototipi e/o impianti pilota.

Non rientrano invece nella voce materiali, in quanto già compresi nel forfait delle spese generali, i costi dei materiali minuti necessari per la funzionalità operativa quali: attrezzi di lavoro, minuteria metallica ed elettrica, articoli per la protezione del personale (guanti, occhiali, ecc.), floppy disc, CD e simili per computer e carta per stampanti, vetreria di ordinaria dotazione, mangimi, lettiere e gabbie per il mantenimento degli animali da laboratorio ecc..

 I relativi costi saranno determinati sulla base degli importi di fattura, che dovrà fare chiaro riferimento al costo unitario del bene fornito, più eventuali dazi doganali, trasporto ed imballo, senza alcun ricarico per spese generali (compensate a parte).

Nel caso di utilizzo di materiali esistenti in magazzino, il costo sarà quello di inventario di magazzino, con esclusione di qualsiasi ricarico per spese generali.

E)              Commesse esterne

In questa voce rientrano le attività di ricerca e/o di formazione commissionate dall’ attuatore e svolte da qualificati soggetti con personalità giuridica, privati o pubblici, sulla base di apposito atto d'impegno giuridicamente valido, sottoscritto dal fornitore del servizio.

F)       Consulenze

Devono far riferimento a prestazioni a carattere scientifico rese da professionisti (ovvero da persone fisiche), e regolate da apposito atto d'impegno giuridicamente valido, sottoscritto dal consulente o formatore.

Il loro costo sarà determinato in base alla fattura al netto di IVA.

F)             Missioni e viaggi

In questa voce rientrano tutte le spese sostenute per missioni superiori ai 5 giorni.

I costi sostenuti possono essere riconosciuti se la missione è stata autorizzata dal coordinatore del progetto e formalizzata in una lettera d'incarico in cui viene identificata la persona che va in missione, il periodo di missione ed i motivi scientifici che devono essere legati alle sole attività previste nel progetto esecutivo.

 

 

 

QUADRO  GENERALE  FINANZIARIO DELLE RISORSE

 

DESCRIZIONE

COSTI

PERSONALE:

                                    personale dipendente

                                    ------------------------------------------------------

                                    personale non dipendente

---------------------------------------------------

SPESE GENERALI

 

ATTREZZATURE  e  STRUMENTAZIONI

 

MATERIALI

 

COMMESSE ESTERNE

 

CONSULENZE

 

MISSIONI E VIAGGI

 

                                      TOTALE

 

 
   

Divisore Grafico

Home MIUR
HOME - Ricerca Scientifica e Tecnologica - Alta formazione Artistica e Musicale - Università
Documenti - Atti Ministeriali - Normativa - Studi e documentazione
Eventi - Comunicati stampa - Manifestazioni e convegni - Pubblicazioni
Ministero - Organizzazione URST - URP - Ufficio di Statistica - Organi
Divisore Grafico