MIUR -  Ricerca Scientifica e TecnologicaHome MIUR
Ricerca nel sito
 
Vai alla Ricerca Avanzata
Mappa del sito
Guida al sito
_ Divisore Grafico
_  Entra inHome RST Entra inRicerca internazionale Entra inJTI Entra inENIAC  - Sezione corrente

  Entra in ENIAC Divisore Grafico
_


La JTI ENIAC è una collaborazione pubblico-privato sostenibile che, grazie ai finanziamenti pubblici, mira a far aumentare gli investimenti privati nel settore delle tecnologie nanoelettroniche in Europa. Essa dovrà anche consentire un effettivo coordinamento sinergico delle risorse e dei fondi del Programma quadro comunitario, dei programmi nazionali di R&S, delle iniziative intergovernative (EUREKA) e delle industrie, università ed enti di ricerca europei, contribuendo così alla crescita, alla competitività ed allo sviluppo sostenibile dell’Europa.

La JTI ENIAC è implementata tramite l’Impresa Comune (JU) ENIAC che è stata costituita con decisione del Consiglio europeo del 20 dicembre 2007 ed è diventata operativa il 22 febbraio 2008. I membri fondatori della JU sono la Commissione Europea, gli Stati membri o associati che ne hanno fatto richiesta (tra cui l’Italia) e l’associazione industriale no profit AENEAS che riunisce tutti i soggetti industriali europei che ne fanno richiesta.

ENIAC avrà una durata decennale (2008-2017) e potrà disporre di un budget di 440 M€ provenienti dalla priorità ICT del 7° Programma Quadro comunitario. A questi fondi dovranno aggiungersi almeno altri 790 M€ messi a disposizione dagli Stati membri.

La JTI ENAC ha definito un Programma strategico pluriennale di ricerca (MASP) seguendo le raccomandazioni avanzate dalla corrispondente Piattaforma Tecnologica Europea nella sua Strategic Research Agenda (SRA). Dal MASP viene derivato, anno dopo anno, il Programma di lavoro annuale (AWP) che definirà le tematiche di ricerca da supportare con i bandi annuali.

Le tematiche di ricerca di interesse per ENIAC, e che saranno oggetto del bando 2010, possono essere raggruppate nei seguenti 7 sottoprogrammi (SP): 

SP1 - Automotive & Transport
SP2 - Wireless Communications 
SP3 - Energy Efficiency 
SP4 - Design Methods and Tools 
SP5 - Silicon Process and Integration
SP6 - Equipment, Materials, and Manufacturing 
SP7 - Healthcare and the Aging Society 

Gli organi della JU sono:

> Governing Board

Il Governing Board è il massimo organo decisionale della JU. E’ composto da rappresentanti dei Membri della JU e dal presidente dello Industry and Research Committee. I diritti di voto sono divisi in maniera paritaria tra rappresentanti delle autorità pubbliche e associazione industriale AENEAS. I diritti di voto destinati alla autorità pubbliche saranno inoltre divisi fra di esse in proporzione al loro impegno finanziario nella JU.

> Public Authorities Board

E’ composto dai rappresentanti delle autorità pubbliche membri della JU. Un terzo dei diritti di voto è assegnato alla Commissione, la parte rimanente agli Stati membri in proporzione al loro impegno finanziario. Esso approva il Programma di lavoro annuale, comprensivo dei budget disponibili per i bandi (proposto dall’industria), approva le regole di partecipazione ai bandi e di valutazione delle proposte ed approva la selezione dei progetti ammessi al finanziamento.

> Industry and Research Committee

I membri di questo comitato sono nominati dall’associazione AENEAS. Esso elabora la bozza di piano strategico pluriennale, prepara il programma di lavoro annuale

> Executive Director

Il direttore esecutivo, Mr. Andreas Wild, è responsabile dell’operatività della JU e ne è anche il legale rappresentante.

Bandi

L’obiettivo principale della JU ENIAC è il lancio di bandi per il finanziamento di progetti di R&S transnazionali ed altamente innovativi. Nel 2008, a meno di 3 mesi da quando è diventata operativa la JU ENIAC ha lanciato il suo primo bando con un budget di quasi 90 milioni di euro. Di questi, 58 M€ sono stati impegnati dagli Stati membri e 32 dalla Commissione europea. Il MIUR ha partecipato al bando mettendo a disposizione un budget di 10 milioni di euro.

Al bando sono state presentate complessivamente 12 proposte progettuali per un costo complessivo di 427 M€ e con richieste di finanziamenti pari a 193 milioni. 9 di questi progetti prevedevano la partecipazione di partner italiani che, complessivamente, richiedevano finanziamenti pubblici nazionali per circa 20 milioni di euro. Al termine della valutazione, tenuto conto del budget a disposizione, sono risultati ammissibili a finanziamento 8 progetti per un costo complessivo di 211 M€ e finanziamenti per quasi 98 M€. Fra questi ci sono 5 progetti a partecipazione italiana per un costo complessivo, a carico dei partner italiani, di oltre 33,5 M€ ed un finanziamento di 15,6 M€, di cui 10 a carico del MIUR.

A fine febbraio 2009 è stato lanciato il secondo bando con un budget complessivo di 104,4 M€, di questi 67,4 saranno a carico degli Stati membri ed i rimanenti 37 a carico della Commissione. Il MIUR ha impegnato per questo bando 12 M€.

Al bando 2009 sono state presentate complessivamente 27 proposte progettuali per un costo complessivo di 766 M€ e con richieste di finanziamenti pari a 372 milioni. 18 di questi progetti prevedevano la partecipazione di partner italiani che, complessivamente, richiedevano finanziamenti pubblici nazionali per circa 25 milioni di euro. Al termine della valutazione, tenuto conto del budget a disposizione, sono risultati ammissibili a finanziamento 11 progetti per un costo complessivo di 248 M€ e finanziamenti pari a 105 M€. Fra questi ci sono 7 progetti a partecipazione italiana per un costo complessivo, a carico dei partner italiani, di 41,7 M€ ed un finanziamento di 19 M€, di cui 12 a carico del MIUR.

Bando 2010

Il bando 2010, così come quello del 2009, sarà articolato su due fasi. Nella prima fase, aperta dal 26 febbraio al 30 aprile, i proponenti dovranno presentare una Project Outline (PO).

Nella seconda metà di maggio la JU fornirà a tutti i proponenti commenti ed eventuali raccomandazioni sulla PO da utilizzare per la preparazione della Full Proposal (FP) che dovrà essere presentata entro il 30 luglio 2010.

Il budget complessivo a disposizione per questo bando è di 84,94 M€, di questi 54,8 saranno a carico degli Stati membri ed i rimanenti 30,14 a carico della Commissione. Il MIUR ha intenzione di impegnare per questo bando 10 M€, l'effettivo impegno finanziario del MIUR è però soggetto all'approvazione definitiva del Decreto di Riparto delle risorse finanziarie necessarie. Per informazioni sulle procedure di finanziamento utilizzate dal MIUR consultare la Guida per i proponenti italiani, i link e i documenti elencati qui di seguito.

 

Link
JU ENIAC http://www.eniac.eu/web/JU/local_index.php
AENEAS http://www.eniac.eu/web/aeneas/aeneas_ex.php
Call 2010 http://eniac.eu/web/JU/ENIACJU_Call3_2010.php
ENIAC Help desk email: ict@ec.europa.eu

Responsabile MIUR:  Ing. Aldo Covello    
email: aldo.covello@miur.it
Tel. 06 9772 6465
Persone di Contatto:  Daniela Mercurio (APRE)
e-mail: mercurio@apre.it
Tel 06 4893 9993
Iacopo De Angelis (APRE)
e-mail: deangelis@apre.it
Tel 06 4893 9993
Documenti di riferimento: 
> Decreto Legislativo n. 297 del 27/07/1999
> Decreto Ministeriale n. 593 del 8/08/2000
> Decreto Ministeriale n. 4 del 2/01/2008 e relativa nota esplicativa del 15/05/08
> Procedure operative per la valutazione ed il finanziamento dei progetti selezionati dalle JTI ARTEMIS ed ENIAC e dagli art. 169 AAL ed Eurostars (28/08/2008)
> Form C
> Guida per i proponenti italiani (documento in formato .pdf)
> Il soggetto proponente (documento in formato .rtf)
> Il progetto (documento in formato .rtf)

 
   

Divisore Grafico

Home MIUR
HOME - Ricerca Scientifica e Tecnologica - Alta formazione Artistica e Musicale - Università
Documenti - Atti Ministeriali - Normativa - Studi e documentazione
Eventi - Comunicati stampa - Manifestazioni e convegni - Pubblicazioni
Ministero - Organizzazione URST - URP - Ufficio di Statistica - Organi
Divisore Grafico